templatemo.com

Benvenuto nel sito delle Botti di Bacco

botti

 

"Se strizzi questi frutti, disse a Bacco, ne viene fuori un liquido uguale al sangue; se te ne cibi, danno al corpo la stessa energia, insomma è per questo che la pianta a me nota l'ho chiamata vite".

 

Queste, secondo la mitologia, furono le parole rivolte da Sileno a Bacco, suo maestro, quando egli gli chiese un consiglio su come fare la guerra senza l'uso delle armi. Sileno gli consigliò di utilizzare tirsi (verga attorcigliata d'edera e tralci di vite) e tamburi, (che producevano rumore) ma soprattutto avere qualcosa che assomigliasse al sangue..... il vino.

Così Sileno gli raccontò di questa pianta che produceva strani frutti che amavano talmente la compagnia tanto da rimanere stretti assieme attorcigliandosi ad un unico gambo. Così Bacco, dopo aver conquistato le Indie e l'Egitto tramite il "frastuono" (verga e tamburi), vi piantò la vite e raccogliendo i frutti costringeva i sudditi a cibarsene e finalmente vedendoli macchiati nel volto e nelle mani disse:

"Ora non si potrà più dire che non versi sangue anch'io".

Valid XHTML 1.0 TransitionalHTML.ITUrsupanaru